Ultima modifica: 7 maggio 2013
I.C.C. di Borghetto Lodigiano > BORGHETTO LODIGIANO > C63mag13 – Indicazioni per le prove INVALSI – scuola secondaria di I grado

C63mag13 – Indicazioni per le prove INVALSI – scuola secondaria di I grado

[ 14 maggio 2013; 08:00 a 17:00. ] Indicazioni per i docenti per le prove INVALSI – scuola secondaria di I grado

14 maggio 2013
08:00a17:00

Borghetto Lodigiano, 06/05/2013

Prot. N. 1882/C27f   Circ. n° 63

A tutti i DOCENTI SCUOLA SECONDARIA 1°

LORO SEDI

 

PROVE INVALSI  a.s. 2012/13

  La data della prove INVALSI per la scuola secondaria di primo grado è il 14 maggio 2013.  

COME PROCEDERE

  1. Alle ore 8.15 a Borghetto: a. apertura dei plichi con la rimozione dell’involucro alla presenza del Dirigente scolastico (o di un suo delegato), dell’insegnante somministratore e, per le sole classi campione, dell’osservatore esterno; b. etichettatura dei fascicoli alla presenza del Dirigente scolastico (o di un suo delegato); c. consegna dei fascicoli al docente somministratore o all’osservatore esterno (dove presente); d. consegna dell’Elenco studenti al docente somministratore o all’osservatore esterno (dove presente). Alla somministrazione delle prove nelle classi campione assiste un osservatore esterno, il quale deve esser presente all’apertura del plico contenente gli strumenti di rilevazione di ciascuna classe, anche quelle non campione, per constatare l’integrità dell’involucro che li racchiude. Dell’operazione di apertura dei plichi, anche di quelli delle classi non campione, deve esser redatto apposito verbale (secondo il modello scaricabile nei prossimi giorni dal sito dell’INVALSI) controfirmato dalla Dirigente, dall’osservatore (o dagli osservatori, se nella Sua scuola ce ne sono due o più) e dagli insegnanti somministratori. 2. Ore 9.15 – 10.45: a. Prova di Matematica (durata effettiva della prova – dopo aver letto le istruzioni – 75 minuti) 3. Ore 10.45 – 11.00: Pausa in classe 4. Ore 11.00 – 12.30: b. Prova di Italiano (durata effettiva della prova – dopo aver letto le istruzioni – 75 minuti); 4. Ore 12.30 – 13.10: c. Questionario studente (durata effettiva – dopo aver letto le istruzioni – 30 minuti). Gli orari per gli alunni BES che necessitano di maggior tempo e che non sono tenuti alla compilazione del Questionario Studente, saranno i seguenti: - 9.15-11.10:   Prova di Matematica - 11.10-11.20: pausa - 11.20-13.10: Prova di Italiano     N.B. Dal momento che quest’anno – per ridurre il cheating -  i fascicoli delle prove sono proposti in cinque diverse tipologie, occorre prestare la massima attenzione nel momento della distribuzione della prova affinché studenti vicini non abbiano la stessa tipologia di fascicolo.   Si ricorda inoltre di avvisare gli alunni che per lo svolgimento della prova di matematica sono consentiti e fortemente consigliati l’uso di righello, squadra, compasso e goniometro.                                   SI FA PRESENTE CHE: 1)      l’apertura dei plichi e l’etichettatura avverranno a Borghetto, negli uffici amministrativi, alle 8.15, per cui è necessario che vi sia presente almeno un insegnante per classe; 2)      di seguito sono stati segnalati i nominativi dei docenti somministratori, in caso di assenza, avvisare immediatamente il dirigente scolastico.  

DOCENTI SOMMINISTRATORI

  Per le classi I Secondaria 1° grado alle ore 8.15 si recheranno a Borghetto le docenti Paoletti, Magliani, Matri, Marsiglia per l’apertura e etichettatura dei fascicoli. I somministratori saranno:  
Plesso

MATEMATICA e pausa

(14 maggio ore 9.15-11.00)

ITALIANO e Fasc. Personale

(14 maggio ore 11.00-13.10)

BORGHETTO I A  Migliazza I A  Paoletti
BORGHETTO I B  Magliani I B  Pelagalli
GRAFFIGNANA I C  Marsiglia I C   Maestri
GRAFFIGNANA I D  Matri I D  Vercesi
GRAFFIGNANA Alunni BES Poletti Alunni BES Poletti
  Entro le ore 13.40 i fascicoli(sia quelli compilati che quelli eventualmente inutilizzati) andranno consegnati in Dirigenza dove verranno conservati in armadio chiuso. La correzione e tabulazione dei risultati e dei questionari studenti avverrà a Borghetto a partire dalle ore 15.00  e sarà effettuata a cura dei docenti di italiano e matematica delle diverse classi interessate dalla valutazione (per la classe 1A Migliazza e Paoletti, per la 1B Magliani e Pelagalli, per la1C Marsiglia e Maestri, per la 1D Matri e Vercesi). Per le classi campione: Terminata la somministrazione, i fascicoli delle classi campione, sia quelli compilati sia quelli non compilati, sono consegnati all’osservatore, il quale provvede alla registrazione delle risposte sulle maschere elettroniche che saranno disponibili a ridosso della prova. Le maschere elettroniche, una volta compilate, devono essere inviate all’INVALSI secondo modi e tempi che saranno illustrati nello specifico da un apposito documento, anch’esso disponibile sul sito dell’INVALSI qualche giorno prima delle prove.     Si ricordano ai docenti somministratori alcune regole per la somministrazione (si raccomanda anche la lettura del manuale del somministratore SNV 2012-13 e le note per gli alunni con BES e stranieri all’indirizzo http://www.invalsi.it/snvpn2013/index.php?action=materialeinformativo )   -         prima dell’inizio delle prove ci si assicuri che i banchi siano distanziati in modo tale che gli alunni non possano comunicare tra loro; -         se un alunno è assente, va registrato sulla Scheda alunni  e il relativo fascicolo etichettato va messo da parte; -         assegnare allo stesso studente i diversi strumenti (tre Matematica, Italiano e questionario studente) secondo l’Elenco studenti (NON secondo il registro di classe), di modo che a ogni studente sia assegnato sempre lo stesso codice studente; -         evitare, senza alcuna eccezione, che studenti seduti vicini abbiano la stessa versione della prova; se accade, scambiare gli alunni di posto;. -         il tempo delle prove si conteggia dal momento in cui, esaurita la fase delle istruzioni, si dice agli alunni di cominciare; -         non bisogna rispondere alle eventuali richieste di aiuto degli alunni; -         non bisogna dare alcuna informazione aggiuntiva, indicazione o suggerimento relativamente al contenuto di alcuna domanda della prova, la miglior risposta da dare è “Mi dispiace, non posso rispondere a nessuna domanda. Rileggi le istruzioni e scegli la risposta che ti sembra migliore”; -         si possono invece dare risposte di chiarimento sui quesiti del questionario studente; -         durante la somministrazione occorre esercitare una costante vigilanza attiva girando tra i banchi; -         gli alunni possono uscire dal locale della somministrazione al di fuori della pausa prevista solo per situazioni di emergenza sanitaria e lasciando il fascicolo in aula (se non rientrano in tempo utile al completamento della prova lo si segnerà sulla copertina del fascicolo); -         se un alunno della secondaria di I grado arriva a scuola al termine della prova di italiano e prima di quella di matematica può svolgere quest’ultima; -         l’alunno che finisce prima non può uscire dal locale, ma al più leggere qualche testo in modo silenzioso; se termina priva la prova di italiano può cominciare la compilazione del questionario studente; -         prima della consegna del questionario studente dare 5 minuti di pausa; -         quando l’alunno consegna prima del tempo senza aver completato le risposte, restituirgli il fascicolo raccomandando di provare a rispondere a tutte le domande; -         spegnere il proprio cellulare o metterlo in modalità silenziosa; -         esaurito il tempo della prova fare subito chiudere il fascicolo e mettere giù la penna, rassicurando chi non fosse riuscito a terminare la prova; -         riordinare i fascicoli, compilati e non, secondo l’ordine dell’Elenco studenti e consegnarli al Dirigente Scolastico insieme alla Scheda alunni           Raccomandazioni da fare agli alunni prima di iniziare: -         “ascoltate attentamente le indicazioni stando seduti al proprio posto; -         mettete via cellulari, libri, calcolatrice o altro; -         cercate di rispondere a tutte le domande, utilizzando tutto il tempo a disposizione; -         se non si sa risponder a qualche domanda passare oltre e tornarvi alla fine; -         per calcoli o altro si può usare il bordo del fascicolo stesso, non altri fogli; -         non dovete assolutamente alzarvi, parlare o copiare tra voi; -         non dovete aprire i fascicoli finchè non ve lo dirò; -         una volta finito di leggere con voi le istruzioni per la compilazione non potrò più rispondere a nessuna domanda: in caso di difficoltà rileggete le istruzioni o i quesiti e cercate di fare del vostro meglio; -         non si va in bagno fino alla conclusione del tempo assegnato; -         se avete dubbi sulla compilazione del questionario studente potete alzare la mano e aspettare che venga a rispondervi personalmente”.   Alunni con bisogni educativi speciali (SH e DSA) -         Si ricorda che le prove SNV  non sono finalizzate alla valutazione individuale degli alunni, ma al monitoraggio dei livelli di apprendimento conseguiti dal sistema scolastico, nel suo complesso e che i risultati degli alunni con bisogni educativi speciali vengono considerati separatamente dagli altri e non vengono fatti rientrare nella elaborazione statistica dei risultati di tutti gli altri alunni; pertanto anche in caso di mancata o incompleta compilazione delle prove non vi sarebbe nessuna penalizzazione degli alunni. Ciò consente di trovare con maggiore facilità le soluzioni più idonee per garantire, da un lato, la più larga inclusione possibile di tutti gli allievi nelle prove SNV e, dall’altro, di consentire il rispetto del protocollo di somministrazione delle prove, garanzia della loro affidabilità e attendibilità. -         Questa categoria di alunni sono dispensati dalla compilazione del Questionario studente. -         Gli alunni con disabilità intellettiva possono essere dispensati dalla Dirigente dallo svolgimento della prova o affrontarla insieme agli altri. Sono ammessi strumenti dispensativi e misure compensative, con la sola condizione che questi non modifichino le modalità di effettuazione delle prove per gli altri allievi della classe. Non è pertanto possibile la lettura ad alta voce della prova, né la presenza in aula dell’insegnante di sostegno. -         Per gli alunni con disturbo specifico di apprendimento sono ammessi strumenti dispensativi e misure compensative, con la sola condizione che questi non modifichino le modalità di effettuazione delle prove per gli altri allievi della classe. Non è pertanto possibile la lettura ad alta voce della prova. Gli alunni per i quali è stata chiesta la prova in formato .mp3 e che intendono avvalersene, dovranno ascoltarla in cuffia senza disturbare lo svolgimento della prova dei compagni. Gli alunni che svolgeranno la prova in formato digitale dovranno essere dotati di pc adeguatamente predisposto in classe e assicurarsi che lo svolgimento della loro prova non sia di distrazione per gli altri. Non potranno inoltre essere aiutati dal docente. -         Per gli alunni con bisogni educativi speciali per i quali si è segnalata alla Dirigenza la necessità di predisporre un tempo maggiore per la somministrazione (max 30 minuti) e la lettura ad alta voce della prova è stata predisposta la presenza di un docente e lo svolgimento della prova in aula diversa da quella dei compagni.   Alunni di origine immigrata Tutti gli allievi di origine immigrata partecipano alle prove INVALSI 2012-13 secondo le stesse modalità degli allievi autoctoni , anche se inseriti per la prima volta in una scuola con lingua d’insegnamento italiana nel corso del presente anno scolastico. Come negli anni passati, l’INVALSI restituisce alle singole scuole i risultati degli allievi di origine immigrata separatamente da quelli degli allievi autoctoni. In questo modo è possibile fornire alle scuole informazioni più articolate e significative, specie per quelle realtà scolastiche in cui la presenza di allievi di origine immigrata è più elevata. In particolare, l’INVALSI fornisce i risultati delle prove secondo le seguenti disaggregazioni: 1.risultati globali, ossia i risultati di tutti gli allievi che hanno partecipato alle prove, 2.risultati degli allievi autoctoni, 3.risultati degli allievi di origine immigrata di prima generazione, 4.risultati degli allievi di origine immigrata di seconda generazione. Gli allievi di origine immigrata che abbiano cominciato a frequentare una scuola di lingua italiana da meno di un anno scolastico (convenzionalmente dopo l’1 settembre 2012) partecipano alle prove INVALSI, come tutti gli altri allievi, ma i loro esiti non concorrono alla determinazione dei risultati né globali né degli allievi di origine immigrata, indipendentemente dalla generazione. In questo modo, la scuola può comunque disporre di uno strumento conoscitivo sul livello di accesso dell’allievo a prove standardizzate, senza però che i suoi risultati modifichino quelli medi della classe e degli altri allievi di origine immigrata.  

    IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                      Pasqualina Lucini Paioni

C63mag13

Titolo Tipo 63-istruzioni-invalsi-mm.pdf 153 KB

Template doesn't exists. Use default

       




Link vai su